Abbiamo 31 visitatori e nessun utente online

Radiotaxisalerno.it

Newsletters
Sei qui: Home Social Taxi

 

 L'Impegno Sociale

Questo  Sconosciuto

Molte volte ci è capitato di prendere a bordo persone anziane in difficoltà nel semplice atto dell’accomodarsi sul seggiolino del taxi;persone diversamente abili,bisticciare con le proprie stampelle o costrette a rinunciare alla propria sedia a rotelle.
Ci è capitato di incrociare lo sguardo spaurito di un cagnolino da grembo,a cui, troppo spesso,era stato negato di salire su di una macchina pubblica,anche se solo ai piedi del padrone.
Tanto,troppo menefreghismo e maleducazione,che scomparivano magicamente all’apparire di quelli che un non terrestre scambierebbe per semplici pezzetti di carta (vero Adams?).
Crediamo che il gesto di aiutare un anziano,porgendogli un braccio,accompagnarlo mentre attraversa la strada anche dopo che il taxi è arrivato a destinazione e la corsa è stata saldata,così come porgere una stampella o preoccuparsi di fermare l’auto in prossimità di un marciapiede un po’ più basso,per non mettere in difficoltà un non vedente,non sia una inutile perdita di tempo per prendere più in fretta la corsa successiva,ma sia un piccolo segno di umanità e civiltà,che,noi autisti pubblici autorizzati dall’amministrazione comunale a svolgere questo lavoro,dovremmo considerare un dovere assoluto.
Ed è questo il significato che diamo alla parola “sociale”.
Sociale deve essere l’impegno che profondiamo ad aiutare gli utenti in difficoltà nelle piccole cose del quotidiano:la spesa, il ritiro della pensione, la terapia per i più sfortunati,la fila agli enti pubblici e tanti altri piccoli-grandi impegni.
Anche questo per noi significa essere tassisti,non semplici autisti, ma veri accompagnatori ed amici dei nostri utenti, che,speriamo, capiranno in breve, che una corsa coi nostri taxi non inizia col salire in auto e non finisce con l’arrivo a destinazione e il pagamento della stessa, ma continua, senza preoccupazione di spese aggiuntive, fino a che il nostro aiuto non sia davvero più indispensabile e il nostro impegno sia realmente in pari con la nostra coscienza di “esseri sociali”.
Chi di noi non ha mai aiutato un anziano ad attraversare la strada,aiutato una nonnina con le buste della spesa,accompagnato i propri genitori anziani a far la fila per loro e ritirare la pensione, evitando anche il rischio di uno scippo?. In Italia sono infatti 2.300.000 le donne anziane ultrasettantenni che vivono sole e circa 70.000 gli uomini.
Ebbene, questo servizio vuole essere un valido aiuto per tutti coloro che ne avessero bisogno e non dispongono di un valido aiuto per:
- prelevare la pensione;
- un aiuto al cimitero a sistemare la tomba di famiglia;
- essere accompagnati a far la spesa;
- etc…

   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.